CCC automotivi

China Certification è un partner eccellente per la certificazione CCC nel settore automobilistico. Forniamo ai fornitori leader del settore automobilistico e alle case automobilistiche soluzioni rapide e intelligenti per la loro certificazione CCC. Vi offriamo il nostro supporto per ogni progetto relativo all'Automotive CCC.

leggi di più

CCC Resa Facile

La China Compulsory Certification (CCC) è una certificazione obbligatoria per i prodotti esportati in Cina. Abbiamo esperienza nel processo di certificazione CCC per tutti i tipi di categorie di prodotti. Il processo di certificazione CCC sarà semplice e facile con China Certification Corporation come partner professionale al vostro fianco.

leggi di più

Oltre Certificazioni

HAF604, certificazione Taiwan, CRCC per i prodotti ferroviari, omologazione SRRC, NAL (licenza di accesso alla rete), registrazione AQSIQ, certificazione volontaria del marchio CQC, CCCF per i prodotti antincendio: Vi supportiamo in tutti i tipi di certificazioni per il mercato cinese.

Consulenza

China Certification fornisce una serie di servizi di consulenza specializzata, soprattutto per i produttori di automobili e le grandi aziende industriali. Con i pacchetti di consulenza è possibile snellire le certificazioni e le procedure interne relative alle certificazioni internazionali di prodotto.

TRAINING

China Certification Corporation offre una formazione CCC personalizzata per soddisfare le esigenze della vostra azienda. Il nostro formatore verrà presso la vostra sede e vi fornirà la formazione, informazioni aggiornate e vi trasmetterà preziosi consigli derivanti dalla nostra pluriennale esperienza. Chiamateci oggi stesso per saperne di più!

Azienda

Dal 2005, MPR China Certification GmbH - China Certification Corporation supporta le aziende di tutto il mondo nell'ottenere le certificazioni di prodotto richieste per il mercato cinese. Grazie a un team forte, presente in tutto il mondo, siamo in grado di offrire la migliore soluzione per le vostre richieste.

leggi di più

Ford cesserà l’attività indipendente in India

L’annuncio di Ford che si ritirerà dal mercato indiano è un passo che recentemente è stato intrapreso da diversi altri fabbricanti d’auto occidentali. Alla fine del 2017, General Motors ha drasticamente ridotto le sue attività in India e interrotto la vendita dei suoi veicoli nel mercato locale, cosa che è stato un grave contraccolpo alla strategia del Primo Ministro dell’india, Nerdenda Modi, per promuovere l’industria automobilistica nazionale. Ford ha investito più di 52 miliardi in India per vent’anni e attualmente ha una quota di mercato del 2 percento solamente – in un mercato che è considerato uno dei mercati automobilistici dalla crescita più rapida insieme alla Cina.

L’esatta struttura della titolarità della nuova joint venture è attualmente in corso di negoziato. Secondo due fonti, Ford creerà una nuova divisione in India, che manterrà il 49 percento delle azioni, mentre Mahindra possiederà il 51 percento. L’attività, la titolarità e i dipendenti saranno trasferiti alla nuova divisione, ma con la transazione è vicina per lo meno ad una parziale uscita di Ford dal mercato indiano.

Ford business India

Ford attualmente produce e vende i suoi veicoli tramite una controllata di totale proprietà, ma ha avuto una collaborazione strategica con Mahindra dal 2017 per sviluppare nuovi veicoli, inclusi SUV e varianti di modelli elettrici. In passato, Ford ha ricostruito le sue attività globali per risparmiare $11 milioni sul lungo termine. Il mese scorso, la joint venture russa di Ford ha chiuso due stabilimenti di assemblaggio e uno per motori, inoltre ha rinunciato al mercato delle autovetture.

L’india è stato un mercato dalla crescita costante per l’industria automobilistica, ma un aumento di solo 3 percento per 3,3 milioni di unità rispetto all’8 percento dell’anno precedente ha frenato le aspettative. Gli analisti di IHS Markit prevedono vendite annuali per oltre 5 milioni di veicoli per il 2023, rendendo l’India il terzo mercato automobilistico più grande al mondo. La decisione di Ford è solo un esempio delle molte società di auto straniere in difficoltà nel guadagnare una posizione nel mercato indiano. Il leader del mercato Maruti Suzuki domina con il 51 percento delle quote di mercato e vende più di 1,7 milioni di veicoli all’anno. Lavorando con Mahindra, Ford spera di sviluppare nuovi modelli più veloci ed economici, cosa che è particolarmente importante in un mercato attento al prezzo come l’India. Anche voi potete beneficiare della crescita in India. L’esportazione di prodotti lì, specialmente auto e ricambi, in molti casi richiede una certificazione India obbligatoria secondo gli Standard Industria Automobilistica (AIS). Saremo lieti di consigliarvi in maniera completa sulla certificazione AIS per l’India.

Siete interessati alla certificazione AIS? Per maggiori informazioni sulla certificazione AIS in generale, la procedura e i costi correlati alla AIS, si prega di visitare il nostro sito web e la nostra Sezione Notizie dove troverete gli aggiornamenti più recenti.

Potete contattarci via e-mail, o telefonarci direttamente +39-01119620260. Siamo anche lieti di assistervi per controllare se il vostro prodotto necessita di Certificazione AIS e possiamo fornirvi traduzioni delle norme e degli Standard taiwanese.

Julian Busch

Informazioni sull’autore: Julian Busch è il fondatore e direttoe della MPR International GmbH

Editore: MPR International GmbH

Tel.: +49 69 271 37 69 150
E-Mail: info@china-certification.com
Web: www.china-certification.com/it

Third party cookies & scripts

This website uses cookies & scripts. For optimal performance and advertisement purposes it is recommended that you agree to the use of cookies by third parties & scripts. We do not share information about your use of our website with social media.
For more information, please see our Privacy Policy and the Imprint.
Which cookies & scripts and the associated processing of your personal data do you agree to?

You can change your selection anytime under Privacy Policy .